VITA DA MAMMA

TELETHON: STORIA DI UN PICCOLO EROE #nonmiarrendo

dicembre 16, 2015
telethon nonmiarrendo

Piccolino, sono passati quattro anni dall’ultima volta che ti ho visto lottare contro la morte, eppure il ricordo che ho di te non smette mai di cessare.

Quando mamma e papà mi hanno detto che saresti nato non vedevo l’ora di conoscerti! Avresti fatto amicizia con il mio bambino e sareste cresciuti assieme, giocando e ridendo come la maggior parte dei bambini fortunati. Questo è quello che avremmo voluto tutti.

Invece è successo qualcosa di imprevedibile e tu, piccolo eroe, sin dalla nascita hai dovuto lottare aggrappato alla vita per restare assieme a mamma e papà.

Questa che voglio raccontare e condividere assieme a chi leggerà questo mio racconto non vuole essere una storia triste.

Christian, questa è la tua storia! Quella di un piccolo eroe che ha dimostrato a tutti cosa significa non arrendersi di fronte alle difficoltà e di fronte al dolore.

Sei nato con una malattia rara genetica che ha colpito i tuoi organi, in particolare il tuo cuoricino.

Nessuno vorrebbe mai vedere soffrire un bambino, lo so…

Tu mi hai fatto conoscere questa dura realtà, una realtà che nessuno vorrebbe mai vedere in prima persona, ma che purtroppo esiste.

Hai permesso a chi ti stava vicino di capire quali sono i veri valori della vita e cosa significa avere coraggio e la forza di vivere.

Hai lottato fino all’ultimo istante e ora sei in cielo, libero finalmente di respirare e di correre assieme agli altri angioletti.

#nonmiarrendo

questo è il messaggio che tu ci hai lasciato!

La  Fondazione Telethon ogni giorno è a fianco delle persone che lottano contro centinaia di patologie rare, dando speranza e fiducia nella lotta contro la malattia.

Fino al 21 dicembre è attivo il numero solidale 45501

per donare con sms o da telefono fisso.

DONA ORA

E se vuoi regalare un sorriso ad un bambino acquista un regalo solidale!

insieme più speciali

Il libro Insieme più Speciali di Beatrice Masini, un breve racconto nel quale gli animali della foresta sono un esempio di amicizia e solidarietà anche verso chi è diverso e raro

Candela-bicchiere-vetro

La Candela di Natale di Annalisa Beghelli, che riporta la scritta “speranza” in undici lingue.

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Mammacheblog Autunno 2016